Back

Race

WTCC Race of Qatar
logo WTCC Race of Qatar

WTCC Race of Qatar - 24-25/11/2016

PRESENTAZIONE

Inaugurato nel 2004, il Losail International Circuit può essere attivo 24 ore al giorno grazie ad un impianto di illuminazione all’avanguardia. Il WTCC ha debuttato qui nel 2015 con l’ultima gara dell’anno, entrata nella storia come primo evento corso in Medio Oriente e in notturna. Come la Thailandia, infatti, anche il Qatar ha ospitato per la prima volta la serie. Losail è teatro anche delle gare di MotoGP, con Sete Gibernau che vinse sulla sua Honda la prima gara nel 2004. La pista è a 30′ di auto dalla capitale Doha e nel 2006 ha visto lo svolgimento del Grand Prix Masters of Qatar, vinto da Nigel Mansell.

LA TOP5

1: Situato a nord della capitale Doha, il circuito di Losail è stato costruito da 1000 operai per un costo totale di 58 milioni di dollari.
2: La pista ha un sistema elettrico che genera 5,4 milioni di watt, praticamente quel che serve per fare altrettanto con una strada che collega Doha a Mosca.
3: Nel 2009 si è svolta una gara di GP2 Asia Series, con Davide Rigon a siglare il giro record in 1.38.699.
4: Il Qatar confina con l’Arabia Saudita e il Golfo Persico; in questa terra è nata una delle stelle del motorsport mondiale, ovvero Nasser Al-Attiyah, vincitore della Dakar e del WRC2. Nel 2015 l’idolo locale ha corso nel WTCC al volante di una Chevrolet Cruze, giungendo al traguardo in entrambe le gare.
5: L’arabo è la lingua nazionale del Qatar, ma si parla anche inglese, francese, malese, tagalog e urdu.

 

FLASHBACK 2015 (26-27 NOVEMBRE)

Yvan Muller batte Sébastien Loeb ed è secondo, Norbert Michelisz vince il Titolo per gli indipendenti. Il francese della Citroën trionfa in Gara 2 a Losail e conclude la stagione 2015 del WTCC davanti al compagno di squadra. Grande festa anche per l’ungherese, che con la sua  Honda si porta a casa il Trofeo Yokohama Piloti battendo per quattro punti Mehdi Bennani, il quale aveva vinto Gara 1. José María López riesce invece a centrare il decimo successo stagionale con la vittoria in Gara 1. Sul podio in Qatar salgono anche Hugo Valente e Ma Qing Hua. La ROAL Motorsport, diretta dal Campione Turismo Roberto Ravaglia, si porta invece a casa il Trofeo Yokohama riservato ai Team, grazie agli ottimi risultati ottenuti da Tom Chilton e Tom Coronel. In Gara 1 il pilota argentino della Citroën C-Elysée WTCC, scattato dalla pole position, ha resistito ad un attacco portatogli da Loeb alla prima curva e ha tagliato il traguardo vittorioso davanti a Mehdi Bennani e Hugo Valente. Il marocchino vince nel Trofeo Yokohama Piloti e si porta a soli due punti da Norbert Michelisz nella battaglia per il Titolo riservato agli indipendenti. Loeb, partito terzo, conclude quarto dopo aver pressato a lungo Valente, che lo aveva superato dopo poche curve. L’ex rallista aumenta però il proprio margine in classifica su Yvan Muller, qial quale ha chiuso sesto alle spalle di Ma Qing Hua. Settimo Michelisz, ottava la Honda di Tiago Monteiro, con il portoghese che ha superato all’ultimo la LADA di Nicky Catsburg. Stefano D’Aste completava la Top10, ma una penalità per partenza anticipata comminatagli nel post-gara premia Nicolas Lapierre. Gabriele Tarquini è riuscito a recuperare dopo essere finito in testacoda alla curva 1, terminando sedicesimo. Ultimo Nasser Al-Attiyah. In Gara 2 John Filippi parte bene dalla pole e si tiene dietro Yvan Muller alla prima curva, ma entra subito in scena la safety car, mandata in pista dopo una collisione che ha visto protagonisti Nicky Catsburg e Stefano D’Aste. Ripartita la gara, Muller attacca subito Filippi alla curva 1 e la sportellata manda il giovane della Campos in testacoda, mentre al secondo posto balza la Citroën di Ma Qing Hua. Filippi viene poi punti con un Drive Through per partenza anticipata, mentre Muller inizia a scappare via, con Ma sempre alle sue spalle e Loeb quarto in pressing su Norbert Michelisz; con il podio l’ungherese conquista il Titolo nel Trofeo Yokohama, dato che Mehdi Bennani è solo quinto. Sesto Hugo Valente seguito da Gabriele Tarquini e José María López, rimasto attardato al via per qualche contatto. Tiago Monteiro (Honda) e Nicolas Lapierre (LADA) completano la Top10, mentre Tom Coronel rimonta fino al dodicesimo posto (dietro a Grégoire Demoustier) dopo essere scattato dalla pit-lane per sistemare una perdita d’olio durante l’OSCARO.com Repair Time. Coronel sarebbe dovuto essere in prima fila al fianco di Filippi. Tom Chilton chiude 13° dopo una escursione fuori pista nel corso del primo giro, seguito da Nasser Al-Attiyah  Filippi. Rob Huff (LADA) si è invece ritirato dopo 8 giri.

Official Website

LA PISTA

Nome: Losail International Circuit
Indirizzo: Al Wusail, North Relief Road
Sito: www.circuitlosail.com, www.qmmf.com
Lunghezza: 5.380 km
Giro record (qualifica): José María López (Citroën C-Elysée), 2.00.947 (160.1kmh), 27/11/15
Giro record (gara): José María López (Citroën C-Elysée), 2.01.628 (159.2kmh), 27/11/15

WTCC RACE OF QATAR - I VINCITORI

2015: Gara 1: José María López (Citroën C-Elysée); Gara 2: Yvan Muller (Citroën C-Elysée)

WTCC RACE OF QATAR - I PRECEDENTI

2015-Oggi: Losail International Circuit

Location