Back

News

Gabriele Tarquini e Honda: tutti i numeri

Gabriele Tarquini e Honda: tutti i numeri

24/12/2015 12:00

Dopo tre anni passati assieme l’abruzzese è stato estromesso dal programma ufficiale WTCC dei giapponesi: ecco ciò che resta.

Al ritorno della Honda nel WTCC (anno 2013), Tarquini riuscì a centrare la pole position a Marrakech.

Lo stesso risultato il “Cinghiale” lo ottenne allo Slovakia Ring, dove poi trionfò.

In Ungheria fu invece coinvolto in un incidente al via, dovendo andare in ospedale per accertamenti.

Una volta ripresosi dal tremendo botto, Tarquini tornò al successo in Gara 2 a Sonoma (USA).

Il 2014 non si aprì nel migliore dei modi, dato che nelle Prove Libere la Honda Civic di Tarquini fu centrata da Gianni Morbidelli, dovendo rinunciare a prendere parte al resto del weekend. Riparata la vettura, una settimana dopo si presentò in pista al Paul Ricard, ma non senza difficoltà, dato che la JAS fu costretta ad una corsa contro il tempo per effettuare tutti gli interventi; inoltre la mancanza di possibilità di effettuare dei test non permise ai giapponesi di recuperare.

I podi in Russia e Austria furono un lieve segnale di miglioramento.

A Suzuka, invece, la vittoria (in casa Honda) ridiede il sorriso e qualche speranza per il futuro.

Tarquini ha però dovuto attendere le gare in Russia del 2015 per ritornare a podio; questo arrivò in Gara 1 con grandi soddisfazioni.

In Slovacchia ha condotto per alcuni giri nel secondo round, dovendosi poi arredere allo strapotere Citroën e accontentarsi del quarto posto finale.

Tarquini è riuscito a risalire sul podio in Portogallo e Giappone, mentre in Cina si è ritrovato primo per 8 tornate, poi ha dovuto cedere il passo ad Yvan Muller. Stoicamente, invece, ha resistito agli assalti del Campione José María López, mantenendo la piazza d’onore.

Durante la stagione non sono mancate le polemiche per via di contatti avvenuti con Ma Qing Hua, Rob Huff e Hugo Valente.

Ecco Mehdi Bennani ottenere la sua seconda vittoria nel FIA World Touring Car Championship in Ungheria lo scorso aprile.

Alexander Murdzevski Schedvin, responsabile di Polestar Motorsport, vuole fermamente che le sue Volvo S60 TC1 si riscattino a Marrakech, teatro delle prime gare del FIA World Touring Car Championship 2017.

Tiago Monteiro si sta allenando duramente per conquistare il suo primo titolo nel FIA World Touring Car Championship.

Missione compiuta per Coronel

16/01/2017 06:00 - 2016

Tom Coronel è riuscito a portare a termine la Dakar in Sud America lo scorso weekend grazie all’aiuto di suo fratello gemello Tim.

Il FIA World Touring Car Championship ritorna in Italia, a Monza, per il secondo evento del 2017. Vediamo Ecco tutto ciò che c’è da sapere sull’evento del 28-30 aprile.

Dal 2005 sono 24 i piloti totali ad essere partiti in pole position almeno una volta nel FIA World Touring Car Championship. Yvan Muller guida questa classifica a quota 29, vediamo come sono piazzati gli altri.