Back

News

Gabriele Tarquini: “Felice del quinto posto”

Gabriele Tarquini: “Felice del quinto posto”

05/11/2015 22:00

L’abruzzese ha sfruttato la sua esperienza per concludere in Top5 le gare del WTCC in Thailandia.

Il pilota del Castrol Honda World Touring Car Team è riuscito a rimontare dal 15° posto in griglia nel primo round, mentre nel secondo era scattato dalla decima piazza, dalla quale ha raggiunto la medesima posizione.

“Le qualifiche sono state disastrose, ma sono riuscito a guadagnare parecchi punti – ha spiegato il Campione 2009 – In Gara 1 è andata benissimo perché partivo 15° e sono arrivato 5°; sono stato fortunato perché ho evitato l’incidente della prima curva e anche quello successivo. Grazie a questi due episodi ho conquistato diverse posizioni.”

“In Gara 2 la vettura andava benissimo, sono riuscito a superare José María López per ben due volte, ma poi lui è riuscito a ripassarmi! Ho combattutto anche con Tom Chilton e Ma Qing Hua e mi sono divertito. Alla fine ho preso ancora diversi punti e posso ritenermi soddisfatto.”

L’Argentina pensa già al post-“Pechito”

In questa stagione del FIA World Touring Car Championship non ci sarà José María López, ma la caccia al sostituto è già partita.

L’argentino sarà al via di FIA Formula E e FIA World Endurance Championship nel 2017 dopo aver vinto tre titoli nel WTCC. I suoi connazionali Néstor Girolami (nella foto, a sinistra) ed Esteban Guerrieri (a destra) cercheranno di raccoglierne l’eredità.

Il primo, due volte Campione nel Súper TC2000, correrà con la Volvo del team ufficiale Polestar Cyan Racing, mentre il secondo punta alla vittoria nel WTCC Trophy con la Campos Racing.

“López ha fatto benissimo nel WTCC – ha detto Girolami – Ha fatto crescere il livello di questa categoria perché è un ottimo pilota. Ora anche io ho una grande occasione come l’ha avuta lui, darò il massimo per vincere”.

Da Guerrieri, invece, ci si aspetta tantissimo, dopo le ottime cose mostrate l’anno scorso a Termas de Río Hondo, dove anche a luglio si ripeterà la WTCC Race of Argentina.

“Cercherò di sfruttare al meglio la mia occasione, ma sono certo che potrò giocarmela alla pari con altri durante tutto l’anno”.

L’Argentina pensa già al post-“Pechito”

In questa stagione del FIA World Touring Car Championship non ci sarà José María López, ma la caccia al sostituto è già partita.

L’argentino sarà al via di FIA Formula E e FIA World Endurance Championship nel 2017 dopo aver vinto tre titoli nel WTCC. I suoi connazionali Néstor Girolami (nella foto, a sinistra) ed Esteban Guerrieri (a destra) cercheranno di raccoglierne l’eredità.

Il primo, due volte Campione nel Súper TC2000, correrà con la Volvo del team ufficiale Polestar Cyan Racing, mentre il secondo punta alla vittoria nel WTCC Trophy con la Campos Racing.

“López ha fatto benissimo nel WTCC – ha detto Girolami – Ha fatto crescere il livello di questa categoria perché è un ottimo pilota. Ora anche io ho una grande occasione come l’ha avuta lui, darò il massimo per vincere”.

Da Guerrieri, invece, ci si aspetta tantissimo, dopo le ottime cose mostrate l’anno scorso a Termas de Río Hondo, dove anche a luglio si ripeterà la WTCC Race of Argentina.

“Cercherò di sfruttare al meglio la mia occasione, ma sono certo che potrò giocarmela alla pari con altri durante tutto l’anno”.

I fan del FIA World Touring Car Championship potranno godersi il ritorno a Monza in modo totalmente gratuito.

Una stagione imprevedibile

23/03/2017 14:00 - 2016

I piloti del FIA World Touring Car Championship non possono fare molte previsioni per la stagione che li aspetta: la lotta al titolo sarà serratissima.

Roberto Ravaglia è tornato a correre con una vettura del FIA World Touring Car Championship la scorsa settimana a Monza.

Nicky Catsburg potrà mettere a disposizione della Polestar Cyan Racing tutta la sua esperienza in occasione del Manufacturers Against the Clock.

Il debuttante Yann Ehrlacher ha un pensiero fisso: dimostrare alla RC Motorsport di essere la persona giusta per correre nel FIA World Touring Car Championship nella stagione 2017.