Back

News

Grégoire Demoustier: “Debbo essere più aggressivo”

Grégoire Demoustier: “Debbo essere più aggressivo”

22/09/2015 08:00

Il francese sa che deve tirare fuori le unghie se vuole fare bene nel WTCC.

Il pilota della Craft-Bamboo è alla sua prima annata al volante della Chevrolet RML Cruze TC1.

Dopo le gare JVC KENWOOD del Giappone, disputate sul Twin Ring di Motegi (dove è giunto 13°), Demoustier ha detto: “Sono partito molto bene, ma non sono stato abbastanza aggressivo; qualcuno mi ha colpito da dietro e ho perso posizioni. Dopo ho spinto per recuperare, ma ho commesso un errore e non sono andato oltre il 13° posto. Non sarebbe un brutto risultato, però penso che mi sarei meritato di più. Spero di essere più fortunato la prossima volta.”

Demoustier se la vedrà coi suoi avversari, fra i quali citiamo John Filippi, allo Shanghai International Circuit per le gare ROSNEFT della Cina.

La Chevrolet è la vettura che ha ottenuto più vittore, pole position e giri veloci fra i costruttori del FIA World Touring Car Championship, dunque non è una sorpresa averla anche al comando della graduatoria dei giri completati al comando.

La popolarità del FIA World Touring Car Championship in Giappone continua a crescere in questo 2017: il promoter Eurosport Events e J SPORTS hanno raggiunto un accordo per la trasmissione delle gare in diretta.

John Filippi è sceso ieri in pista per la prima volta con la Citroën C-Elysée WTCC, con la quale proseguirà le prove anche quest’oggi.

La rincorsa al titolo di Campione del FIA World Touring Car Championship 2017 è già cominciata, con diversi protagonisti impegnati nei primi test.

Nel 2017 il FIA World Touring Car Championship andrà a far visita a 10 piste diverse. Vediamo quali sono i piloti capaci in passato di vincere.

Zoltán Zengő, capo dell’omonima squadra ungherese, ha ammesso che adora correre nel FIA World Touring Car Championship.