Back

News

Honda vuole ripetere la storia anche nel WTCC

Honda vuole ripetere la storia anche nel WTCC

26/11/2015 15:00

I giapponesi hanno un obiettivo particolare per le gare DHL del WTCC che si terranno sul Losail International Circuit.

Sete Gibernau, con una Honda RC211V, vinse infatti la prima gara della MotoGP che nel 2004 si disputò in Qatar. Oggi Tiago Monteiro e Gabriele Tarquini, piloti del Castrol Honda World Touring Car Team, tenteranno di replicare tale risultato anche nel Mondiale Turismo, al quale partecipano con le rispettive Civic.

“E’ una pista nuova che ho visto solo in TV e in fotografia – ha detto Tarquini – Non essendoci mai stato ho provato a guardare alcuni video onboard e  camera car, ma non ho trovato gran che, per lo più erano tutte immagini di moto. Ho tentato di capirci qualcosa attraverso esse, ma chiaramente non è la stessa cosa! Un altro elemento nuovo sarà la gara in notturna; sono molto eccitato, non vedo l’ora di affrontare questa nuova esperienza, penso che daremo spettacolo e ci divertiremo moltissimo.”

I fan del FIA World Touring Car Championship potranno godersi il ritorno a Monza in modo totalmente gratuito.

Una stagione imprevedibile

23/03/2017 14:00 - 2016

I piloti del FIA World Touring Car Championship non possono fare molte previsioni per la stagione che li aspetta: la lotta al titolo sarà serratissima.

Roberto Ravaglia è tornato a correre con una vettura del FIA World Touring Car Championship la scorsa settimana a Monza.

Nicky Catsburg potrà mettere a disposizione della Polestar Cyan Racing tutta la sua esperienza in occasione del Manufacturers Against the Clock.

Il debuttante Yann Ehrlacher ha un pensiero fisso: dimostrare alla RC Motorsport di essere la persona giusta per correre nel FIA World Touring Car Championship nella stagione 2017.

Alexander Murdzevski Schedvin ha parlato del lavoro che che Yvan Muller sta facendo in casa Polestar Cyan Racing, dove ci si sta preparando al meglio per affrontare la stagione 2017 del FIA World Touring Car Championship.