Back

News

Honda vuole ripetere la storia anche nel WTCC

Honda vuole ripetere la storia anche nel WTCC

26/11/2015 15:00

I giapponesi hanno un obiettivo particolare per le gare DHL del WTCC che si terranno sul Losail International Circuit.

Sete Gibernau, con una Honda RC211V, vinse infatti la prima gara della MotoGP che nel 2004 si disputò in Qatar. Oggi Tiago Monteiro e Gabriele Tarquini, piloti del Castrol Honda World Touring Car Team, tenteranno di replicare tale risultato anche nel Mondiale Turismo, al quale partecipano con le rispettive Civic.

“E’ una pista nuova che ho visto solo in TV e in fotografia – ha detto Tarquini – Non essendoci mai stato ho provato a guardare alcuni video onboard e  camera car, ma non ho trovato gran che, per lo più erano tutte immagini di moto. Ho tentato di capirci qualcosa attraverso esse, ma chiaramente non è la stessa cosa! Un altro elemento nuovo sarà la gara in notturna; sono molto eccitato, non vedo l’ora di affrontare questa nuova esperienza, penso che daremo spettacolo e ci divertiremo moltissimo.”

Mentre José María López continua a realizzare record su record nel FIA World Touring Car Championship, Thed Björk in occasione della WTCC Race of Hungary di aprile ha segnato un primato importante.

Il piano di Catsburg

22/07/2016 12:00 - 2016

Nicky Catsburg ha in mente due punti su cui lavorare in vista della ripresa del FIA World Touring Car Championship.

In questo weekend si corre il GP di Ungheria di F1 e Norbert Michelisz, protagonista magiro del FIA World Touring Car Championship, si è fatto un’idea delle gare che vedremo.

Ryo Michigami è entusiasta di poter debuttare nel FIA World Touring Car Championship con la Honda in occasione della WTCC Race of Japan (2-4 settembre).

La Honda porterà addirittura quattro vetture ufficiali in pista per le gare del FIA World Touring Car Championship che si terranno in Giappone (2-4 settembre).

Esteban Guerrieri debutterà nel FIA World Touring Car Championship in occasione delle gare di casa sua. Ecco 10 curiosità sul connazionale di José María López.