Back

News

Il WTCC 2015 secondo la stampa

Il WTCC 2015 secondo la stampa

30/12/2015 12:00

Ecco i 5 momenti più belli della stagione visti dai giornalisti che li hanno vissuti da vicino.

Stéphane Barbe, L’Equipe: “Indubbiamente scelgo il momento in cui Sébastien Loeb è rientrato ai box della Citroën al termine di Gara 2 in Qatar. Tutti i membri del team si sono stretti attorno a lui non appena è sceso dalla vettura, abbracciandolo e applaudendolo. Seb era sorpreso ed emozionato, quasi in imbarazzo, ma aveva un enorme sorriso stampato in volto; ad un certo punto ha esclamato “Grazie, ma basta così!”, essendo molto vicino alle lacrime. E’ stato un momento davvero intenso”.

Eric Bellegarde, AUTOhebdo: “Come miglior momento del 2015 scelgo il Nürburgring, quando “Pechito” ha realizzato un giro incredibile in Qualifica. E poi perché ho avuto modo di fare un giro della pista sulla C-Elysée WTCC di Séb Loeb! Fantastico”.

Alexandra Beny, Record: “Il momento migliore del 2015 è stato il ritorno del WTCC in Portogallo, con Vila Real che ha ospitato per la prima volta la serie. Questa città, situata a nord del paese, è conosciuta non solo per il cibo e i vini, ma anche per la passione motoristica insita fra la sua gente, la quale ha dato un caloroso benvenuto al WTCC. Durante il weekend tantissimi spettatori sono giunti da tutto il paese, gli hotel erano stipati. Indubbiamente Tiago Monteiro, essendo nativo di Porto e l’unico pilota locale in azione, era l’idolo più supportato. Purtroppo è stato sfortunato: in Gara 1 ha concluso 5°, mentre in Gara 2 si è ritrovato chiuso dalle LADA ed è andato a muro. Peccato. Comunque questo evento è stato molto bello; sicuramente ci sono alcune cose che si possono migliorare per il futuro, ma la difficoltà del tracciato unita alla bellezza dello scenario circostante e al calore dei portoghesi fanno sì che Vila Real sia il posto perfetto per correre una gara del WTCC”.

Michael Brautigam, Motorsport Aktuell: “José María López è spesso stato velocissimo, ma in Gara 1 al Nordschleife ha davvero volato, nonostante avesse percorso solo 20 giri su quella pista. C’è chi impiega anni per imparare bene come si guida al Nürburgring, “Pechito” ha dimostrato il suo enorme talento spingendo sempre al massimo!”

Neil Hudson, Touringcartimes.com: “Personalmente ho trovato il debutto del WTCC a Vila Real davvero bello. Ci sono state tante cose, dalle discussioni “politiche” del sabato alle schermaglie fra Honda e Citroën dopo le Qualifiche, nelle quali anche Ma Qing Hua e Tom Coronel sono venuti ai ferri corti. Domenica poi le gare sono state bellissime. Parlando con François Ribeiro sono saltate fuori tante idee interessanti su come modificare le chicane e sulla proposta di affrontare la zona della rotonda dando la possibilità di imboccarla in entrambi i lati; questo è successo in gara, quando Nicky Catsburg ha dovuto evitare Sébastien Loeb, prima che l’olandese avesse l’incidente alla curva 10 mentre era in lotta con Norbert Michelisz. E’ stato un weekend fantastico in tutti i sensi, dentro e fuori pista”.

Stefan Ziegler, Motorsport.com: “Il momento più bello del 2015 è stata la gara al Nürburgring Nordschleife. L’idea di tornare a disputare una serie Mondiale della FIA al ‘Ring si è rivelata pazza, ma azzeccata; sinceramente non ci credevo molto, ma l’ho capito non appena le auto sono entrate in pista. Il WTCC ha vissuto un momento davvero speciale”.

L’Argentina pensa già al post-“Pechito”

In questa stagione del FIA World Touring Car Championship non ci sarà José María López, ma la caccia al sostituto è già partita.

L’argentino sarà al via di FIA Formula E e FIA World Endurance Championship nel 2017 dopo aver vinto tre titoli nel WTCC. I suoi connazionali Néstor Girolami (nella foto, a sinistra) ed Esteban Guerrieri (a destra) cercheranno di raccoglierne l’eredità.

Il primo, due volte Campione nel Súper TC2000, correrà con la Volvo del team ufficiale Polestar Cyan Racing, mentre il secondo punta alla vittoria nel WTCC Trophy con la Campos Racing.

“López ha fatto benissimo nel WTCC – ha detto Girolami – Ha fatto crescere il livello di questa categoria perché è un ottimo pilota. Ora anche io ho una grande occasione come l’ha avuta lui, darò il massimo per vincere”.

Da Guerrieri, invece, ci si aspetta tantissimo, dopo le ottime cose mostrate l’anno scorso a Termas de Río Hondo, dove anche a luglio si ripeterà la WTCC Race of Argentina.

“Cercherò di sfruttare al meglio la mia occasione, ma sono certo che potrò giocarmela alla pari con altri durante tutto l’anno”.

L’Argentina pensa già al post-“Pechito”

In questa stagione del FIA World Touring Car Championship non ci sarà José María López, ma la caccia al sostituto è già partita.

L’argentino sarà al via di FIA Formula E e FIA World Endurance Championship nel 2017 dopo aver vinto tre titoli nel WTCC. I suoi connazionali Néstor Girolami (nella foto, a sinistra) ed Esteban Guerrieri (a destra) cercheranno di raccoglierne l’eredità.

Il primo, due volte Campione nel Súper TC2000, correrà con la Volvo del team ufficiale Polestar Cyan Racing, mentre il secondo punta alla vittoria nel WTCC Trophy con la Campos Racing.

“López ha fatto benissimo nel WTCC – ha detto Girolami – Ha fatto crescere il livello di questa categoria perché è un ottimo pilota. Ora anche io ho una grande occasione come l’ha avuta lui, darò il massimo per vincere”.

Da Guerrieri, invece, ci si aspetta tantissimo, dopo le ottime cose mostrate l’anno scorso a Termas de Río Hondo, dove anche a luglio si ripeterà la WTCC Race of Argentina.

“Cercherò di sfruttare al meglio la mia occasione, ma sono certo che potrò giocarmela alla pari con altri durante tutto l’anno”.

I fan del FIA World Touring Car Championship potranno godersi il ritorno a Monza in modo totalmente gratuito.

Una stagione imprevedibile

23/03/2017 14:00 - 2016

I piloti del FIA World Touring Car Championship non possono fare molte previsioni per la stagione che li aspetta: la lotta al titolo sarà serratissima.

Roberto Ravaglia è tornato a correre con una vettura del FIA World Touring Car Championship la scorsa settimana a Monza.

Nicky Catsburg potrà mettere a disposizione della Polestar Cyan Racing tutta la sua esperienza in occasione del Manufacturers Against the Clock.

Il debuttante Yann Ehrlacher ha un pensiero fisso: dimostrare alla RC Motorsport di essere la persona giusta per correre nel FIA World Touring Car Championship nella stagione 2017.