Back

News

Intervista con José María López

Intervista con José María López

02/11/2015 12:00

Il pilota della Citroën ha vinto in Thailandia il suo secondo Mondiale Piloti WTCC. L’argentino spera di poter continuare così anche nel 2016, ma intanto si rilasserà con le meritate feste al ritorno da Buriram.

Come ci si sente da Campioni del Mondo?
“Sono molto contento, vincere due Mondiali è un sogno, non me lo aspettavo. La competizione è stata altissima, i miei compagni di squadra hanno lavorato duramente e non si sono mai arresi. Vincere con tre round d’anticipo è il massimo che si potesse ottenere a questi livelli. In molte gare eravamo alla pari e non vedo l’ora di continuare così anche l’anno prossimo.”

Cosa ha fatto la differenza in questo 2015?
“La costanza e la consistenza, in ogni gara sono riuscito ad andare a punti e questa cosa ha pesato molto.”

Qual è stata la gara più bella dell’anno?
“La vittoria al Nordschleife partendo dalla pole position sicuramente. Ma anche Vila Real è stato un successo bellissimo perché ottenuto su una pista cittadina molto impegnativa. Ovviamente non posso dimenticare la vittoria in Argentina.”

Chi ti ha aiutato in questo tuo successo?
“Tutti quelli che mi sono vicino e hanno lavorato con me in questi 23 anni di carriera. Prima di tutto viene la mia famiglia, mio papà e i miei fratelli, i quali mi hanno consentito di andare a correre in Europa, e la mia fidanzata Victoire. Grazie anche al mio team, ho avuto la possibilità di gareggiare alla pari coi miei compagni di squadra. Grazie ai miei meccanici, al mio ingegnere e ai miei, mi hanno sempre motivato. Abbiamo combattuto in squadra e ci siamo divertiti molto, portando l’auto ad un ottimo livello.”

Pensi di poter migliorare il tuo record di 10 vittorie stagionali nell’ultimo evento in Qatar?
“Se mi avessi chiesto ad inizio anno di firmare per vincere nove volte, l’avrei fatto. Vediamo cosa succederà ora. A volte ce la fai perché sei sotto pressione, a volte invece sei più rilassato. Personalmente non corro per i record, ma per divertirmi. Sono in un team fantastico con grandi compagni di squadra. Per il WTCC è una novità il Qatar, sarà interessante. Ho visto la pista nelle gare di MotoGP e sembra bella. Spero che sia un altro bel weekend.”

Nel 2016 cosa farai? Punterai al terzo Titolo?
“Calma, lasciatemi godere questo momento intanto! Vediamo, debbo parlarne con il team. L’intenzione sarebbe di proseguire, ma l’accordo va raggiunto discutendo di varie questioni che al momento non sono ancora state prese in considerazione. Vorrei restare, questo sì. Quest’anno abbiamo sudato parecchio, ci sono state gare difficili e dopo tanto lavoro è il momento di riposarsi un attimo. Penseremo al futuro prossimamente.”

Come sarà la festa di stasera?
“Berrò qualcosa con tutti i miei amici e balleremo! Dopo così tanto stress dobbiamo rilassarci un po’ e festeggiare come si deve. Non vedo l’ora. Dico proprio tutti, anche le persone del WTCC che con me sono sempre così gentili. Per esempio, con Tiago Monteiro abbiamo avuto un diverbio al Paul Ricard, ma restiamo amici perché in questo campionato c’è una grande atmosfera e mi piace molto che sia così.”

Thed Björk ha regalato la prima vittoria nel FIA World Touring Car Championship alla Polestar Cyan Racing superando Norbert Michelisz all’ultima curva della Opening Race della WTCC Race of China.

Michelisz punta alla vittoria

25/09/2016 08:00 - 2016

Norbert Michelisz vuole bissare il successo ottenuto nella Opening Race in Giappone, visto che per la prima gara in Cina partirà dalla prima fila.

Tom Coronel ha perso per un soffio la pole position della griglia invertita della Opening Race negli ultimissimi secondi della Q2.

Mehdi Bennani ha fatto un ulteriore passo avanti nella conquista del WTCC Trophy del FIA World Touring Car Championship.

Il Campione WTCC José María López ha centrato la sua pole #21 a Shanghai: ecco come a fatto il pilota della Citroën a conquistarla.

Sabato 24 settembre sarà una giornata da ricordare in casa Polestar Cyan Racing.