Back

News

Dominik Greiner: “José María López era destinato ad essere una star del WTCC”

Dominik Greiner: “José María López era destinato ad essere una star del WTCC”

04/08/2015 12:00

Queste sono state le parole del team principal tedesco ricordando l’impresa di due anni fa, quando l’argentino vinse in casa la sua prima gara nel Mondiale Turismo.

Allora Greiner era capo della Wiechers-Sport, la quale diede la sua BMW a “Pechito” per correre l’evento di Termas de Río Hondo del 2013. L’ex collaudatore di F1 lasciò tutti a bocca aperta per le sue capacità.

“Conoscendo i suoi risultati mi aspettavo andasse bene, ma a dir la verità non così tanto! – ha detto Greiner – La BMW non era molto competitiva, pensavamo di fare bene nel Trofeo Indipendenti e basta. Nei test si classificò 12°, poi nelle prove successive era già in Top5. Guidò benissimo e fummo felicissimi quando vinse, era come un sogno.”

Greiner (terzo da sinistra nella foto) ricorda anche il grande impegno messo da López in questa avventura: “A tarda sera mi mandò un messaggio dicendomi quali erano le sue sensazioni riguardo la vettura e il set-up. E’ sempre difficile lavorare duramente in pista fino a tardi, ma lui era così ed è così tutt’ora.”

Dopo aver concluso 5° in Gara 1, López completò la sua giornata con una fantastica vittoria in Gara 2, nonostante fosse alla prima uscita con la Wiechers-Sport (dove aveva sostituito Fredy Barth).

A fine anno arrivò la firma con il team ufficiale Citroën e nel 2014 vinse il Titolo iridato.

“Quella fu solo una gara, anche se speravamo di averlo con noi ancora. Quando seppi che aveva firmato con la Citroën la notizia mi riempì di orgoglio perché voleva dire che avevamo aiutato un pilota a diventare ufficiale”, ha concluso Greiner.

López tornerà in azione per le gare JVC KENWOOD del WTCC in Giappone; al momento è primo in classifica con 55 punti di margine sugli inseguitori.

Ecco tutto il programma per la FIA WTCC OSCARO Race of Italy che riporta il FIA World Touring Car Championship a Monza.

WTCC e F1, grandi legami

26/03/2017 12:00 - 2016

La stagione 2017 di Formula 1 è cominciata in Australia questa mattina. Ecco i 10 legami che il circus ha con il FIA World Touring Car Championship.

L’Argentina pensa già al post-“Pechito”

In questa stagione del FIA World Touring Car Championship non ci sarà José María López, ma la caccia al sostituto è già partita.

L’argentino sarà al via di FIA Formula E e FIA World Endurance Championship nel 2017 dopo aver vinto tre titoli nel WTCC. I suoi connazionali Néstor Girolami (nella foto, a sinistra) ed Esteban Guerrieri (a destra) cercheranno di raccoglierne l’eredità.

Il primo, due volte Campione nel Súper TC2000, correrà con la Volvo del team ufficiale Polestar Cyan Racing, mentre il secondo punta alla vittoria nel WTCC Trophy con la Campos Racing.

“López ha fatto benissimo nel WTCC – ha detto Girolami – Ha fatto crescere il livello di questa categoria perché è un ottimo pilota. Ora anche io ho una grande occasione come l’ha avuta lui, darò il massimo per vincere”.

Da Guerrieri, invece, ci si aspetta tantissimo, dopo le ottime cose mostrate l’anno scorso a Termas de Río Hondo, dove anche a luglio si ripeterà la WTCC Race of Argentina.

“Cercherò di sfruttare al meglio la mia occasione, ma sono certo che potrò giocarmela alla pari con altri durante tutto l’anno”.

L’Argentina pensa già al post-“Pechito”

In questa stagione del FIA World Touring Car Championship non ci sarà José María López, ma la caccia al sostituto è già partita.

L’argentino sarà al via di FIA Formula E e FIA World Endurance Championship nel 2017 dopo aver vinto tre titoli nel WTCC. I suoi connazionali Néstor Girolami (nella foto, a sinistra) ed Esteban Guerrieri (a destra) cercheranno di raccoglierne l’eredità.

Il primo, due volte Campione nel Súper TC2000, correrà con la Volvo del team ufficiale Polestar Cyan Racing, mentre il secondo punta alla vittoria nel WTCC Trophy con la Campos Racing.

“López ha fatto benissimo nel WTCC – ha detto Girolami – Ha fatto crescere il livello di questa categoria perché è un ottimo pilota. Ora anche io ho una grande occasione come l’ha avuta lui, darò il massimo per vincere”.

Da Guerrieri, invece, ci si aspetta tantissimo, dopo le ottime cose mostrate l’anno scorso a Termas de Río Hondo, dove anche a luglio si ripeterà la WTCC Race of Argentina.

“Cercherò di sfruttare al meglio la mia occasione, ma sono certo che potrò giocarmela alla pari con altri durante tutto l’anno”.

I fan del FIA World Touring Car Championship potranno godersi il ritorno a Monza in modo totalmente gratuito.

Una stagione imprevedibile

23/03/2017 14:00 - 2016

I piloti del FIA World Touring Car Championship non possono fare molte previsioni per la stagione che li aspetta: la lotta al titolo sarà serratissima.

Roberto Ravaglia è tornato a correre con una vettura del FIA World Touring Car Championship la scorsa settimana a Monza.