Back

News

Lotta all’ultimo sangue per il Trofeo Yokohama Piloti

Lotta all’ultimo sangue per il Trofeo Yokohama Piloti

16/11/2015 12:00

Dopo 11 weekend di gara e 22 round disputati, la grande sfida per la categoria indipendenti del FIA WTCC si deciderà in Qatar (26-27 novembre).

Norbert Michelisz (Zengő Motorsport) ha vinto in Classe 8 gare in questa annata 2015, ma il suo accerrimo rivale, Mehdi Bennani (Sébastien Loeb Racing) è a sole 7 lunghezze dall’ungherese.

Il marocchino della Citroën ha trionfato in 6 occasioni, tre delle quali nelle ultime quattro gare, mentre all’ungherese della Honda il successo manca da settembre.

Sul Losail International Circuit, dunque, Bennani e Michelisz se la vedranno per la resa dei conti finale.

Cosa significherebbe per te vincere il Trofeo Yokohama Piloti?

MB: “Da tempo corro nel WTCC e iniziare la prossima stagione da Campione sarebbe bellissimo. Sarà un weekend importante, il Qatar è il secondo paese arabo che ci ospita, dopo il mio ovviamente. Vedremo una grande sfida, la pista è molto tecnica e ricca di curvoni veloci, ma in più vivremo il primo evento in notturna della serie. Mi aspetto due gare difficili e grande battaglia nel Trofeo Yokohama. Avremo grande pressione, ma spero di renderla positiva.

NM: “Lo scorso anno conclusi quarto la stagione, ma dopo la Thailandia debbo ammettere che gli obiettivi sono un po’ cambiati perché le cose non si sono messe benissimo per me. Vincere il Trofeo Yokohama Piloti è la mia priorità, così come per la Zengő Motorsport; non sarebbe solo un gran successo per me, ma anche per il team, dato che in Ungheria aumenterebbero sicuramente gli spazi dedicati a noi, cosa che cerchiamo di fare sempre regalando un bello spettacolo.”

Quanto ci credi?

MB: “Prima del Giappone ero molto lontano da “Norbi”, ma ho recuperato tanti punti velocemente lavorando duramente sul set-up per rendere la mia auto più guidabile. Ad inizio anno abbiamo commesso alcuni errori, ma meglio così; è sempre preferibile concludere la stagione in crescendo piuttosto che in calando. Siamo molto fiduciosi.”

NM: “Ovviamente le performance di Mehdi sono molto aumentate, soprattutto nelle ultime gare. Se non fossimo stati così sfortunati in Thailandia penso che avremo concluso sicuramente davanti. So che anche per Mehdi è importante questo Titolo, fra noi c’è un ottimo rapporto e la battaglia si deciderà in pista in modo sportivo.”

Il divario è di 7 punti: quale sarà la tua strategia?

MB: “Non ce n’è una in particolare, dovremo lottare e dare il massimo, tutto qui. So che sarà dura, ma in Marocco tutti ne parlano e capisco che in palio c’è tanto. Tre gare fa ero a -42, oggi sono risalito a -7 e la mia posizione è sicuramente migliore. Vincere il Titolo in Qatar sarebbe stupendo, ma tutto può accadere.”

NM: “Il mio approccio non cambierà, farò le stesse cose che ho sempre fatto negli altri weekend di gara, nei quali ero riuscito a guadagnare parecchio. In Thailandia siamo stati sfortunati, lo so, dobbiamo cercare di tornare ai risultati precedenti. Solo così avremo la possibilità di vincere il Titolo.”

Come vengono assegnati i punti?
I migliori otto di ogni gara prendono punti secondo la scala 10-8-6-5-4-3-2-1. 1 punto viene inoltre assegnato al miglior concorrente del Trofeo Yokohama Piloti in Qualifica e 1 all’autore del giro più veloce in gara.

L’Argentina pensa già al post-“Pechito”

In questa stagione del FIA World Touring Car Championship non ci sarà José María López, ma la caccia al sostituto è già partita.

L’argentino sarà al via di FIA Formula E e FIA World Endurance Championship nel 2017 dopo aver vinto tre titoli nel WTCC. I suoi connazionali Néstor Girolami (nella foto, a sinistra) ed Esteban Guerrieri (a destra) cercheranno di raccoglierne l’eredità.

Il primo, due volte Campione nel Súper TC2000, correrà con la Volvo del team ufficiale Polestar Cyan Racing, mentre il secondo punta alla vittoria nel WTCC Trophy con la Campos Racing.

“López ha fatto benissimo nel WTCC – ha detto Girolami – Ha fatto crescere il livello di questa categoria perché è un ottimo pilota. Ora anche io ho una grande occasione come l’ha avuta lui, darò il massimo per vincere”.

Da Guerrieri, invece, ci si aspetta tantissimo, dopo le ottime cose mostrate l’anno scorso a Termas de Río Hondo, dove anche a luglio si ripeterà la WTCC Race of Argentina.

“Cercherò di sfruttare al meglio la mia occasione, ma sono certo che potrò giocarmela alla pari con altri durante tutto l’anno”.

L’Argentina pensa già al post-“Pechito”

In questa stagione del FIA World Touring Car Championship non ci sarà José María López, ma la caccia al sostituto è già partita.

L’argentino sarà al via di FIA Formula E e FIA World Endurance Championship nel 2017 dopo aver vinto tre titoli nel WTCC. I suoi connazionali Néstor Girolami (nella foto, a sinistra) ed Esteban Guerrieri (a destra) cercheranno di raccoglierne l’eredità.

Il primo, due volte Campione nel Súper TC2000, correrà con la Volvo del team ufficiale Polestar Cyan Racing, mentre il secondo punta alla vittoria nel WTCC Trophy con la Campos Racing.

“López ha fatto benissimo nel WTCC – ha detto Girolami – Ha fatto crescere il livello di questa categoria perché è un ottimo pilota. Ora anche io ho una grande occasione come l’ha avuta lui, darò il massimo per vincere”.

Da Guerrieri, invece, ci si aspetta tantissimo, dopo le ottime cose mostrate l’anno scorso a Termas de Río Hondo, dove anche a luglio si ripeterà la WTCC Race of Argentina.

“Cercherò di sfruttare al meglio la mia occasione, ma sono certo che potrò giocarmela alla pari con altri durante tutto l’anno”.

I fan del FIA World Touring Car Championship potranno godersi il ritorno a Monza in modo totalmente gratuito.

Una stagione imprevedibile

23/03/2017 14:00 - 2016

I piloti del FIA World Touring Car Championship non possono fare molte previsioni per la stagione che li aspetta: la lotta al titolo sarà serratissima.

Roberto Ravaglia è tornato a correre con una vettura del FIA World Touring Car Championship la scorsa settimana a Monza.

Nicky Catsburg potrà mettere a disposizione della Polestar Cyan Racing tutta la sua esperienza in occasione del Manufacturers Against the Clock.

Il debuttante Yann Ehrlacher ha un pensiero fisso: dimostrare alla RC Motorsport di essere la persona giusta per correre nel FIA World Touring Car Championship nella stagione 2017.