Back

News

Qatar, anteprima: Chiusura in notturna

Qatar, anteprima: Chiusura in notturna

20/11/2015 12:00

La stagione 2015 del FIA WTCC terminerà la prossima settimana sul Losail International Circuit dopo mesi di brividi, emozioni, incidenti e polemiche. In occasione del debutto in Medio Oriente della serie, vedremo anche la primissima gara in notturna.

Sono passati 264 dal via di questa stagione, aperta dal successo di José María López in Argentina. Con la nona vittoria centrata in Thailandia, il pilota della Citroën ha così bissato il Titolo Piloti conquistato nel 2014. In Qatar l’argentino proverà a battere il proprio record di trionfi, che al momento è di 10: “A volte ce la fai perché sei sotto pressione, a volte invece sei più rilassato – ha detto “Pechito” – Personalmente non corro per i record, ma per divertirmi. Sono in un team fantastico con grandi compagni di squadra. Per il WTCC è una novità il Qatar, sarà interessante. Ho visto la pista nelle gare di MotoGP e sembra bella. Spero che sia un altro bel weekend.”

E proprio due dei compagni di squadra di López potrebbero essere fra i grandi protagonisti. Stiamo parlando di Sébastien Loeb e Yvan Muller, in piena lotta per la piazza d’onore in classifica piloti, con l’ex rallista che ha recentemente scavalcato il 4-volte Campione WTCC dopo aver ereditato il successo in Gara 2 a Buriram sfruttando la squalifica di Tiago Monteiro per una infrazione al regolamento tecnico. In attesa di iniziare la nuova avventura nei rally cross-country, Loeb cercherà di concludere degnamente la parentesi nel WTCC.

Parlando di Monteiro, il portoghese della Honda tenterà sicuramente di rifarsi provando a battere il suo compagno di squadra Gabriele Tarquini e Norbert Michelisz. Quest’ultimo è invece in piena lotta con Mehdi Bennani nel Trofeo Yokohama Piloti, con il marocchino che si è portato a quota -7. Dalla sua Michelisz ha due successi in Classe in più rispetto al rivale della Sébastien Loeb Racing, il quale però ne ha ottenuti tre nelle ultime quattro gare, presentandosi all’ultimo round da favorito.

In corsa per il quarto posto finale c’è anche Ma Qing Hua, salito sul podio in Thailandia. Anche Rob Huff (LADA) vuole terminare bene la stagione e grazie ai punti conquistati di recente il britannico è salito all’ottavo posto assoluto. Il ritiro di Nicky Catsburg e Nicolas Lapierre (a causa di Tom Coronel) in Thailandia pone gli altri due piloti della LADA nelel condizioni di rifarsi. Fuori a Buriram anche Hugo Valente, il quale ha la possibilità di scavalcare in classifica la Chevrolet di Tom Chilton.

Il britannico della ROAL Motorsport potrà chiedere consigli riguardo le gare in notturna a suo fratello Max, che ha preso parte al Gran Premio di F1 a Singapore negli anni passati.

In Qatar vdremo in azione anche Grégoire Demoustier, John Filippi e Stefano D’Aste, senza dimenticare il debuttante idolo locale Nasser Al-Attiyah, leggenda dei rally che sarà al volante di una Chevrolet RML Cruze TC1 proprio come i due francesi e il genovese.

La Chevrolet è la vettura che ha ottenuto più vittore, pole position e giri veloci fra i costruttori del FIA World Touring Car Championship, dunque non è una sorpresa averla anche al comando della graduatoria dei giri completati al comando.

La popolarità del FIA World Touring Car Championship in Giappone continua a crescere in questo 2017: il promoter Eurosport Events e J SPORTS hanno raggiunto un accordo per la trasmissione delle gare in diretta.

John Filippi è sceso ieri in pista per la prima volta con la Citroën C-Elysée WTCC, con la quale proseguirà le prove anche quest’oggi.

La rincorsa al titolo di Campione del FIA World Touring Car Championship 2017 è già cominciata, con diversi protagonisti impegnati nei primi test.

Nel 2017 il FIA World Touring Car Championship andrà a far visita a 10 piste diverse. Vediamo quali sono i piloti capaci in passato di vincere.

Zoltán Zengő, capo dell’omonima squadra ungherese, ha ammesso che adora correre nel FIA World Touring Car Championship.