Back

News

Quando Norbert Michelisz vinse in casa

Quando Norbert Michelisz vinse in casa

26/07/2015 12:00

Siamo giunti al weekend del Gran Premio d’Ungheria di F1. In pista non ci saranno piloti locali, ma possiamo tornare con la mente a maggio, quando nelle gare MOL Group del WTCC ci fu il trionfo del giovane della Zengő Motorsport.

Ecco le parole dell’ungherese dopo aver tagliato vittorioso il traguardo dell’Hungaroring:  “Come pilota ho sempre sognato uno scenario del genere. Dopo le qualifiche sapevo che Gara 1 sarebbe stata difficile, quindi mi sono concentrato su Gara 2. Fortunatamente sono partito bene, non perfettamente, ma abbastanza da mantenere la testa della corsa. Dopo ho pensato a spingere, l’auto era ottima e le performance non sono calate più di tanto, anche dopo i primi 6/7 giri. Nella seconda parte di gara è stata dura rimanere concentrati, tutte le volte che passavo sul traguardo era impossibile non girarsi verso i tifosi; era fantastico vederli mentre mi sostenevano. Ovviamente non sentivo nulla, ma vedevo quel che facevano. Mi ricordo quando vinsi nel 2012, ma oggi è incredibile, un sogno. Ringrazio tutti quelli che sono venuti qui per sostenermi, gli dedico la vittoria. Su questa pista se segui qualcuno è difficile capire il livello di carico aerodinamico. Abbiamo dei nuovi paraurti e splitter anteriori, ma in Gara 1, per esempio, sono rimasto dietro a Tom Chilton ed è stato difficile per via del sottosterzo; in generale però ero più concentrato nel portare a casa la macchina per Gara 2. Quando parti davanti hai pista libera e puoi cercare il limite, quindi è stato più facile e sono qui a raccontarvelo. Se guardate i tempi sul giro sono stati molto costanti e sono riuscito a costruirmi un bel vantaggio sugli altri in poco tempo; questo mi dà molta fiducia per il futuro. Volevo essere in una posizione più o meno sicura alla prima curva, mi sono ritrovato 7° partendo 10°. Dopo non aveva senso lottare per guadagnarne un’altra, dovevo correre gestendo la situazione. Sono stato dietro a Tom per la maggior parte della gara, ma non volevo correre rischi inutili provando a superarlo.”

La rincorsa al titolo di Campione del FIA World Touring Car Championship 2017 è già cominciata, con diversi protagonisti impegnati nei primi test.

Nel 2017 il FIA World Touring Car Championship andrà a far visita a 10 piste diverse. Vediamo quali sono i piloti capaci in passato di vincere.

Zoltán Zengő, capo dell’omonima squadra ungherese, ha ammesso che adora correre nel FIA World Touring Car Championship.

Ad ottobre il FIA World Touring Car Championship farà tappa in Cina. Vediamo alcune curiosità di questo evento.

Da quando il FIA World Touring Car Championship è ripartito nel 2005, la Chevrolet è risultata la vettura più forte del lotto avendo collezionato ben 76 giri più veloci. La BMW è a 10 in meno, mentre Citroën dal 2014 ne ha messi insieme 46.

Il tre volte Campione del FIA World Touring Car Championship, José María López, domani sarà di scena in Argentina per la gara di FIA Formula E che si terrà a Buenos Aires. Ripercorriamo minuto per minuto la prima vittoria che l’argentino conquistò nel Mondiale in occasione della WTCC Race of Argentina del 2013.