Back

News

La “Regina del Ring” si unisce ai piloti del WTCC

La “Regina del Ring” si unisce ai piloti del WTCC

08/04/2015 11:03

Sabine Schmitz debutterà nel WTCC assieme ai 19 colleghi maschi per le gare che si terranno sul difficilissimo Nürburgring Nordschleife, in Germania.

La tedesca scenderà dunque in pista sul tracciato che vedrà la massima serie turismo precedere la 24h del Nürburgring.

La 45enne ha raggiunto un accordo con la ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, che le affiderà una seconda Chevrolet Cruze RML TC1. Mentre per molti concorrenti “l’inferno verde” sarà una novità, per la Schmitz, che svolge anche il ruolo di presentatrice TV, il Nürburgring Nordschleife non è sconosciuto nelle sue 170 curve.

Essendo cresciuta nell’albergo di famiglia situato accanto al circuito, la Schmitz è potuta entrare in azione al Ring diverse volte. Con il team ufficiale Porsche ha vinto la 24h, mentre spesso fa da pilota-accompagnatore a coloro che vogliono gustarsi la pista, compiendo oltre 30.000 giri all’anno.

Il suo ruolo in TV è conduttrice di D Motor, sul canale DMAX, e Top Gear (BBC); in un giro è riuscita a battere anche il suo collega Jeremy Clarkson.

Il suo debutto nel WTCC significa tornare in competizione dopo un anno di assenza, proprio nel weekend in cui la serie fa visita al Nürburgring Nordschleife, tracciato classificato fra quelli FIA dal 1983. La sua avventura verrà documentata interamente con una telecamera on-board e con continui aggiornamenti sui siti online, TV e social media.

“Siamo davvero contentissimi di accogliere un grande talento e una persona come Sabine Schmitz nel WTCC, non vediamo l’ora che si sieda al volante di una nuova TC1 per confrontarsi coi migliori piloti del mondo di questo campionato – ha detto François Ribeiro, General Manager del WTCC – Il weekend del Nürburgring Nordschleife sarà l’evento clou della stagione, tutti vorranno vincerlo. Sabine non conosce la Chevrolet che gli affiderà il team ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, ma la sua professionalità ed esperienza come pilota su questo tracciato faranno sì che se la potrà giocare con i colleghi maschi.”

La Schmitz, che promuoverà l’inziativa “FIA Women in Motorsport” nell’appuntamento del 15-16 maggio, ha dichiarato: “Sono felicissima di avere l’opportunità di correre nel WTCC, credo sia la serie più bella per me. Ho provato ad entrare prima nel campionato, ma i miei impegni non me lo hanno permesso. La giornata di test collettivi sulla Nordschleife, prevista per il 28 aprile, sarà molto importante per la mia preparazione.”

Poi ha aggiunto: “Riguardo al mio obiettivo per le gare debbo essere realista. In griglia avremo degli ottimi piloti che però non conoscono la Nordschleife, ma sono i migliori del mondo nel turismo. Per quanto mi riguarda io punto sul meteo, dato che adoro correre qui quando piove, cosa che spesso accade.”

Il FIA World Touring Car Championship torna in azione al Twin Ring Motegi la prossima settimana. Ecco un po’ di statistiche e curiosità

Tarquini impegnato in Russia

27/08/2016 08:00 - 2016

Gabriele Tarquini si è recato in Russia ad inizio settimana per promuovere la versione stradale della LADA Vesta.

Un giro di pista con Rob Huff

26/08/2016 14:00 - 2016

Rob Huff lo scorso anno fu protagonista di una grandissima rimonta al Twin Ring Motegi in occasione delle gare giapponesi del FIA World Touring Car Championship. Vediamo la descrizione dei 4,801km della pista del Sol Levante secondo il pilota della Honda.

Rob Huff lo scorso anno fu protagonista di una grandissima rimonta al Twin Ring Motegi in occasione delle gare giapponesi del FIA World Touring Car Championship. Vediamo la descrizione dei 4,801km della pista del Sol Levante secondo il pilota della Honda.

Il FIA World Touring Car Championship fa tappa al Twin Ring Motegi per la WTCC JVCKENWOOD Race of Japan (2-4 settembre). Vediamo cosa hanno detto alcuni dei protagonisti prima di volare in Giappone.

Al Twin Ring Motegi ci sono tanti punti per tentare il sorpasso: chi sarà il pilota capace di compierne di più?

Robert Dahlgren è molto determinato a prendere parte alla prossima stagione del FIA World Touring Car Championship, ma prima deve portare a compimento un’altra cosa in patria.