Back

News

Rob Huff: “La nostra stagione inizia ora”

Rob Huff: “La nostra stagione inizia ora”

08/06/2015 21:53

Rob Huff: “La nostra stagione inizia ora” Il 2° posto ottenuto in Russia dal pilota della LADA è un nuovo punto di partenza per la Vesta. Al Moscow Raceway (pista di casa della LADA) il britannico è giunto 4° in Gara 1, mentre in Gara 2 si è classificato alle spalle della Honda di Tiago Monteiro. “L’auto era fantastica, siamo riusciti a migliorare e ad essere sempre più veloci nel corso del weekend, guidando sempre più facilmente. Gara 1 è andata bene, ho inseguito Tarquini per gran parte dei giri, ma c’erano dei punti dove era molto più veloce e non riuscivo ad attaccarlo. L’unica chance l’ho avuta a 5 giri dalla fine, quando ha fatto un errore, ma mi sono solamente riuscito ad affacciare, nulla più. In Gara 2 mi sono trovato davanti Van Lagen, il mio compagno di squadra, che era alla seconda partenza con la nostra macchina e ha faticato un po’. Ho visto Valente scattare male e Chilton subito dietro, quindi ho pensato che l’unica possibilità per passarli poteva essere mettermi all’esterno. Davanti c’è stata una grande battaglia. Sono riuscito a superare Ma e a raggiungere Nicky Catsburg, il quale sapeva che ero più veloce e si è fatto da parte, in modo che io potessi raggiungere Michelisz e Monteiro. Con “Norbi” ho fatto una bella mossa perché l’ho colto di sorpresa, ma credo che la LADA sia cresciuta molto, per questo è stato un grande fine settimana per noi. Un bellissimo risultato qui a Mosca”, ha detto Huff. Victor Shapovalov, Team Principal della LADA Sport ROSNEFT, ha aggiunto: “Speravamo in questo risultato perché il potenziale della nostra nuova Vesta è stato evidente fin da subito. Ora dobbiamo credere che tutto sia possibile e migliorare di gara in gara. Lo sviluppo graduale della Vesta TC1 ci ha portato sempre più in alto e ad un grande risultato. Ancora un piccolo sforzo e la LADA Sport Rosneft potrà essere davanti a tutti. Sono molto contento per il team e i piloti, il lavoro ha pagato.”

Il 2° posto ottenuto in Russia dal pilota della LADA è un nuovo punto di partenza per la Vesta.

Al Moscow Raceway (pista di casa della LADA) il britannico è giunto 4° in Gara 1, mentre in Gara 2 si è classificato alle spalle della Honda di Tiago Monteiro.

“L’auto era fantastica, siamo riusciti a migliorare e ad essere sempre più veloci nel corso del weekend, guidando sempre più facilmente. Gara 1 è andata bene, ho inseguito Tarquini per gran parte dei giri, ma c’erano dei punti dove era molto più veloce e non riuscivo ad attaccarlo. L’unica chance l’ho avuta a 5 giri dalla fine, quando ha fatto un errore, ma mi sono solamente riuscito ad affacciare, nulla più. In Gara 2 mi sono trovato davanti Van Lagen, il mio compagno di squadra, che era alla seconda partenza con la nostra macchina e ha faticato un po’. Ho visto Valente scattare male e Chilton subito dietro, quindi ho pensato che l’unica possibilità per passarli poteva essere mettermi all’esterno. Davanti c’è stata una grande battaglia. Sono riuscito a superare Ma e a raggiungere Nicky Catsburg, il quale sapeva che ero più veloce e si è fatto da parte, in modo che io potessi raggiungere Michelisz e Monteiro. Con “Norbi” ho fatto una bella mossa perché l’ho colto di sorpresa, ma credo che la LADA sia cresciuta molto, per questo è stato un grande fine settimana per noi. Un bellissimo risultato qui a Mosca”, ha detto Huff.

Victor Shapovalov, Team Principal della LADA Sport ROSNEFT, ha aggiunto: “Speravamo in questo risultato perché il potenziale della nostra nuova Vesta è stato evidente fin da subito. Ora dobbiamo credere che tutto sia possibile e migliorare di gara in gara. Lo sviluppo graduale della Vesta TC1 ci ha portato sempre più in alto e ad un grande risultato. Ancora un piccolo sforzo e la LADA Sport Rosneft potrà essere davanti a tutti. Sono molto contento per il team e i piloti, il lavoro ha pagato.”

Ecco tutto il programma per la FIA WTCC OSCARO Race of Italy che riporta il FIA World Touring Car Championship a Monza.

WTCC e F1, grandi legami

26/03/2017 12:00 - 2016

La stagione 2017 di Formula 1 è cominciata in Australia questa mattina. Ecco i 10 legami che il circus ha con il FIA World Touring Car Championship.

L’Argentina pensa già al post-“Pechito”

In questa stagione del FIA World Touring Car Championship non ci sarà José María López, ma la caccia al sostituto è già partita.

L’argentino sarà al via di FIA Formula E e FIA World Endurance Championship nel 2017 dopo aver vinto tre titoli nel WTCC. I suoi connazionali Néstor Girolami (nella foto, a sinistra) ed Esteban Guerrieri (a destra) cercheranno di raccoglierne l’eredità.

Il primo, due volte Campione nel Súper TC2000, correrà con la Volvo del team ufficiale Polestar Cyan Racing, mentre il secondo punta alla vittoria nel WTCC Trophy con la Campos Racing.

“López ha fatto benissimo nel WTCC – ha detto Girolami – Ha fatto crescere il livello di questa categoria perché è un ottimo pilota. Ora anche io ho una grande occasione come l’ha avuta lui, darò il massimo per vincere”.

Da Guerrieri, invece, ci si aspetta tantissimo, dopo le ottime cose mostrate l’anno scorso a Termas de Río Hondo, dove anche a luglio si ripeterà la WTCC Race of Argentina.

“Cercherò di sfruttare al meglio la mia occasione, ma sono certo che potrò giocarmela alla pari con altri durante tutto l’anno”.

L’Argentina pensa già al post-“Pechito”

In questa stagione del FIA World Touring Car Championship non ci sarà José María López, ma la caccia al sostituto è già partita.

L’argentino sarà al via di FIA Formula E e FIA World Endurance Championship nel 2017 dopo aver vinto tre titoli nel WTCC. I suoi connazionali Néstor Girolami (nella foto, a sinistra) ed Esteban Guerrieri (a destra) cercheranno di raccoglierne l’eredità.

Il primo, due volte Campione nel Súper TC2000, correrà con la Volvo del team ufficiale Polestar Cyan Racing, mentre il secondo punta alla vittoria nel WTCC Trophy con la Campos Racing.

“López ha fatto benissimo nel WTCC – ha detto Girolami – Ha fatto crescere il livello di questa categoria perché è un ottimo pilota. Ora anche io ho una grande occasione come l’ha avuta lui, darò il massimo per vincere”.

Da Guerrieri, invece, ci si aspetta tantissimo, dopo le ottime cose mostrate l’anno scorso a Termas de Río Hondo, dove anche a luglio si ripeterà la WTCC Race of Argentina.

“Cercherò di sfruttare al meglio la mia occasione, ma sono certo che potrò giocarmela alla pari con altri durante tutto l’anno”.

I fan del FIA World Touring Car Championship potranno godersi il ritorno a Monza in modo totalmente gratuito.

Una stagione imprevedibile

23/03/2017 14:00 - 2016

I piloti del FIA World Touring Car Championship non possono fare molte previsioni per la stagione che li aspetta: la lotta al titolo sarà serratissima.

Roberto Ravaglia è tornato a correre con una vettura del FIA World Touring Car Championship la scorsa settimana a Monza.