Back

News

Tom Coronel: “Per me è diventato “Marracrash”…”

Tom Coronel: “Per me è diventato “Marracrash”…”

20/04/2015 21:21

L’olandese ha ribattezzato così le gare del WTCC a Marrakech.

12 mesi fa, infatti, il pilota della ROAL Motorsport era stato costretto al ritiro dopo un incidente piuttosto rocambolesco.

La sua sfortuna sul circuito marocchino è proseguita anche quest’anno, quando in Q2 era incappato in un problema meccanico ai cavalletti della sua vettura, dovendo abbandonare i giochi. E domenica ci sono stati altri contatti in pista…

“Non è per niente divertente, io sono una persona che pensa sempre positivo e so che potrebbe accadere qualcosa quando corro, ma finire fuori in questo modo senza poterci fare niente è veramente frustrante”; ha detto Coronel.

Il veterano della Chervolet RML Cruze TC1 ha poi continuato: “In Gara 1 il mio compagno di squadra Tom Chilton era l’ultima delle cinque auto che mi ero messo dietro, ma ha frenato in ritardo e mi ha colpito. Era dispiaciuto per l’accaduto, ma non è che la cosa mi abbia aiutato, dato che la mia macchina era danneggiata e il team è stato costretto ad una corsa contro il tempo per ripararla e mandarmi in pista per Gara 2.”

“In questa sono partito bene, anche se magari non è sembrato. Ancora una volta, senza averne colpa, sono stato tamponato da Norbert Michelisz e sono finito contro il muro danneggiando irreparabilmente la vettura. Ormai posso rinominare Marrakech “Marracrash”. Ora si spera che i danni possano essere sistemati in tempo per la prossima gara.”

Un peccato per Coronel, il quale aveva iniziato con ottimismo il weekend in Marocco: “Sembrava che potesse essere davvero un grande weekend, le Libere e le Qualifiche erano andate bene, ero stato il più veloce dei piloti Chevrolet, poi in Q2 ho sentito un rumore metallico proprio nel mio giro con gomme nuove. Inizialmente pensavo fosse qualcosa come cambio, differenziale o frizione, poi abbiamo visto che erano i cavalletti. Non ho potuto proseguire il lavoro, ma ero comunque contento perché il 9° posto in Gara 1 significava partire 2° in Gara 2. I problemi e le penalità agli altri mi hanno fatto avanzare fino al 6° posto in griglia, ma poi tutto è durato un paio di Km.”

La Chevrolet è la vettura che ha ottenuto più vittore, pole position e giri veloci fra i costruttori del FIA World Touring Car Championship, dunque non è una sorpresa averla anche al comando della graduatoria dei giri completati al comando.

La popolarità del FIA World Touring Car Championship in Giappone continua a crescere in questo 2017: il promoter Eurosport Events e J SPORTS hanno raggiunto un accordo per la trasmissione delle gare in diretta.

John Filippi è sceso ieri in pista per la prima volta con la Citroën C-Elysée WTCC, con la quale proseguirà le prove anche quest’oggi.

La rincorsa al titolo di Campione del FIA World Touring Car Championship 2017 è già cominciata, con diversi protagonisti impegnati nei primi test.

Nel 2017 il FIA World Touring Car Championship andrà a far visita a 10 piste diverse. Vediamo quali sono i piloti capaci in passato di vincere.

Zoltán Zengő, capo dell’omonima squadra ungherese, ha ammesso che adora correre nel FIA World Touring Car Championship.