Back

News

Gabriele Tarquini: “Potevamo davvero fare bene”

Gabriele Tarquini: “Potevamo davvero fare bene”

02/05/2015 23:25

Il pilota del Castrol Honda World Touring Car Team è dispiaciuto per l’esito delle qualifiche del WTCC in Ungheria.

L’abruzzese, Campione 2009, è andato a sbattere con la sua Honda Civic WTCC prima ancora di riuscire a completare un giro in Q1.

“E’ frustrante perché qui potevamo davvero dire la nostra – ha detto – L’auto è molto migliorata, non ne abbiamo ancora visto il reale potenziale, derivato dal nuovo kit aerodinamico, per via del meteo mutevole.”

Riguardo all’incidente, ecco la sua versione: “Ho sbagliato, la pista era asciutta, ma i cordoli no. Sono andato leggermente largo e le gomme posteriori sono finite sull’erba, per questo ho perso il controllo sbattendo contro la barriera di gomme. L’impatto ha provocato la rottura della sospensione posteriore e dello splitter anteriore. L’auto era ottima, avevamo trovato il giusto bilanciamento, ma ora le cose si sono complicate per me.”

L’errore di Tarquini lo costringerà a scattare dal fondo dello schieramento per le due gare di domenica.

La Chevrolet è la vettura che ha ottenuto più vittore, pole position e giri veloci fra i costruttori del FIA World Touring Car Championship, dunque non è una sorpresa averla anche al comando della graduatoria dei giri completati al comando.

La popolarità del FIA World Touring Car Championship in Giappone continua a crescere in questo 2017: il promoter Eurosport Events e J SPORTS hanno raggiunto un accordo per la trasmissione delle gare in diretta.

John Filippi è sceso ieri in pista per la prima volta con la Citroën C-Elysée WTCC, con la quale proseguirà le prove anche quest’oggi.

La rincorsa al titolo di Campione del FIA World Touring Car Championship 2017 è già cominciata, con diversi protagonisti impegnati nei primi test.

Nel 2017 il FIA World Touring Car Championship andrà a far visita a 10 piste diverse. Vediamo quali sono i piloti capaci in passato di vincere.

Zoltán Zengő, capo dell’omonima squadra ungherese, ha ammesso che adora correre nel FIA World Touring Car Championship.