Back

News

Yvan Muller: “Un ritiro di López non cambierebbe molto”

Yvan Muller: “Un ritiro di López non cambierebbe molto”

26/09/2015 03:11

Il pilota della Citroën è convinto che un ritiro di José María López nelle gare ROSNEFT del WTCC in Cina non cambierebbe più di tanto la situazione per quanto riguarda la lotta al Titolo.

L’argentino ha, infatti, 74 punti di margine sul francese; entrambi si erano ritirati in Gara 2 in Giappone.

Con sei gare da disputare, Muller resta il favorito per battere López, ma ci sarà da sudare parecchio allo Shanghai International Circuit.

“Non è che ci sia grande attesa – ha detto Muller – Anche se “Pechito” lasciasse Shanghai senza prendere punti non sarebbe un grosso danno per lui, che resterebbe saldamente in testa con ancora quattro gare da affrontare. Non si sa mai cosa può accadere, per ora vorrei terminare la stagione divertendomi e provando a vincere.”

“Io continuerò con la mia solita tattica, ovvero cercare di fare del mio meglio in ogni weekend di gara”, ha risposto López.

La Chevrolet è la vettura che ha ottenuto più vittore, pole position e giri veloci fra i costruttori del FIA World Touring Car Championship, dunque non è una sorpresa averla anche al comando della graduatoria dei giri completati al comando.

La popolarità del FIA World Touring Car Championship in Giappone continua a crescere in questo 2017: il promoter Eurosport Events e J SPORTS hanno raggiunto un accordo per la trasmissione delle gare in diretta.

John Filippi è sceso ieri in pista per la prima volta con la Citroën C-Elysée WTCC, con la quale proseguirà le prove anche quest’oggi.

La rincorsa al titolo di Campione del FIA World Touring Car Championship 2017 è già cominciata, con diversi protagonisti impegnati nei primi test.

Nel 2017 il FIA World Touring Car Championship andrà a far visita a 10 piste diverse. Vediamo quali sono i piloti capaci in passato di vincere.

Zoltán Zengő, capo dell’omonima squadra ungherese, ha ammesso che adora correre nel FIA World Touring Car Championship.