Back

WTCC Trophy

I piloti privati che prenderanno parte alla stagione 2016 del FIA WTCC potranno darsi battaglia in una Classe a loro riservata che porterà al vincitore un premio in denaro più cospicuo rispetto al passato. In questo modo ciascuno di loro avrà la possibilità di ricalcare le orme di uno come Norbert Michelisz, che grazie al successo ottenuto nel 2015 è diventato pilota ufficiale.

L’ungherese ottenne infatti nel 2015 una vittoria e una pole position come pilota privato; oggi è diventato parte del team Honda Racing e nel 2016 salirà sulla Civic WTCC ufficiale.

Il suo rivale principale, Mehdi Bennani, è stato il primo a confermare la propria presenza nel 2016, che lo vedrà dunque protagonista nel nuovo WTCC Trophy.

Per rientrare nella categoria, i piloti non dovranno avere un supporto diretto da un costruttore, ma saranno in pista a vedersela contro i rivali delle squadre ufficiali, seguendo tutti lo stesso regolamento tecnico e sportivo. Nel 2015 a podio fra i privati sono andati, Bennani, Michelisz, Tom Chilton, Tom Coronel e Hugo Valente.

Per aiutare i piloti del WTCC Trophy, i team si divideranno un premio di 500.000€, ovvero il doppio rispetto a quello che avevano a disposizione nel 2015, oltre che un pacchetto promozionale che include visibilità sul sito ufficiale www.fiawtcc.it, spazi dedicati su Eurosport e l’opportunità di partecipare a numerose iniziative promozionali.

I partecipanti al WTCC Trophy prenderanno punti in ciascuna gara secondo la seguente scala: 10-8-6-5-4-3-2-1. Inoltre un punto verrà assegnato al concorrente del WTCC Trophy che otterrà la pole position e qualifica e un punto andrà a chi siglerà il giro più veloce in gara.

I primi tre di ogni evento saliranno sul podio di categoria; il vincitore presenzierà alla conferenza stampa post-gara.

Le squadre private, invece, verranno inserite nella classifica del WTCC Teams’ Trophy, con le prime due vetture che potranno accumulare punti in ogni gara, sempre la seguente scala: 10-8-6-5-4-3-2-1.